• I nostri prodotti

     

    Qfarm nasce dalla ricerca scientifica sul ruolo di microelementi nella salute dell’uomo. In particolare i nostri laboratori vantano oltre 20 anni di esperienza nella ricerca sul Coenzima Q10, un cofattore lipofilico prodotto dal nostro organismo con essenziali funzioni bioenergetiche e antiossidanti. Sebbene la produzione endogena sia sufficiente per la naturale funzionalità dell’organismo, in parte, questo coenzima viene assorbito con la dieta.

     

    Tuttavia l’apporto di Coenzima Q10 nella dieta è molto limitato, in particolare nei vegetariani, poiché gli alimenti che ne sono più ricchi sono il cuore e frattaglie marginalmente impiegati nella alimentazione umana. In condizione fisiologiche la produzione endogena di Coenzima Q10 raggiunge un picco massimo intorno ai 25 anni e successivamente diminuisce con l’invecchiamento. Altre condizioni, quali ad esempio un’intensa attività fisica o l’utilizzo di farmaci ipocolesterolemizzanti come le statine, possono essere alla base di deficit di coenzima Q10 e questo è associato ad una minore protezione antiossidante, dolori muscolari, mancanza di energia.

     

    In ambito clinico il deficit di Coenzima Q10 può avere cause primarie (molto gravi) o secondarie legate a diverse patologie caratterizzate da un aumentato stato ossidativo (malattie metaboliche, cardiovascolari, neurodegenerative).

    In questi casi è consigliata una integrazione nutrizionale, che a seconda della gravità del deficit può essere assunta mediante integrator. La normativa italiana prevede un apporto fino a 200 mg al giorno come integratore nutrizionale, oltre questa dose è considerato un farmaco.

     

    Una via più naturale, come la integrazione di cibi fortificati, può favorire l’assunzione da parte dell’organismo, poiché la matrice alimentare migliora l’assorbimento, e le sostanze bioattive che caratterizzano gli alimenti lavorano in armonia e in sinergia massimizzandone gli effetti per la salute. Questo approccio è ottimale nell’ambito di una corretta alimentazione e in trattamenti di mantenimento, tra eventuali periodi di intervento acuto con integratori più o meno frequenti, a seconda delle esigenze del singolo.

     

     

     

     

    INTEGRATORI

     

    I ricercatori di QFarm hanno contribuito allo sviluppo di integratori con formule innovative. La formulazione di un integratore nutrizionale di qualità prevede la scelta delle materie prime migliori e la formulazione con sostanze che ne ottimizzano l’assorbimento da parte dell’organismo.

     

    Negli anni i nostri laboratori hanno fornito consulenze ad attenti produttori, di rilievo nel panorama internazionale, per sviluppare insieme le migliori formulazioni per le quali abbiamo testato la biodisponibilità in vivo. La stretta collaborazione con Kaneka, industria giapponese leader nella produzione di Q10 e unica produttrice al mondo di ubichinolo, la forma ridotta e attiva del coenzima Q, ci ha consentito di definire una formula ottimale per garantire la biodisponibilità e l’efficacia del Coenzima Q10 in diversi contesti di carenza e di patologie associate allo stress ossidativo.

     

    CIBI FUNZIONALI PER IL BENESSERE DELLE PERSONE

     

    Un alimento arricchito in composti bioattivi come il coenzima Q10, oltre a facilitare l’assunzione in modo naturale dello stesso, ne può aumentare l’efficacia in quanto saranno favorite azioni sinergiche con altri composti bioattivi nell’alimento. Queste evidenze sono state dimostrate in uno studio condotto con Parmalat (L. ARSENIO, S. CARONNA, E. DALLAGLIO, NG. FREGA, D PACETTI, E. BOSELLI, TIANO L., F. PRINCIPI AND GP LITTARRU (2008). Effect of antioxidant-enriched foods on plasmaCoenzyme Q10 and total antioxidant capacity. EUROPEAN JOURNAL OF LIPID SCIENCE AND TECHNOLOGY, vol. 110; p. 990-996) che ha contribuito al riconoscimento del titolo di prodotto dell’anno 2006 alla linea di prodotti Jeunesse arricchita con Coenzima Q10.

     

    Gli alimenti funzionali non sono limitati all’integrazione con antiossidanti e rappresentano un elemento emergente nel mercato. Qfarm valorizza l’esperienza accumulata con il CoQ10 e la estende nella sua linea di prodotti ad altre molecole bioattive di interesse per la salute dell’uomo.

     

    Il concetto di alimenti funzionali nasce in Giappone negli anni ’80, nell’ambito di ricerche tese a migliorare la qualità e l’aspettativa di vita di un numero crescente di anziani. Grazie alla ricerca scientifica nell’ultimo decennio si sono consolidate e ampliate le conoscenze relative a microcomponenti benefici presenti in molti prodotti alimentari tradizionali, tra cui frutta, verdura, cereali integrali e latticini.

     

    Questi costituenti sono efficaci nella prevenzione dell’invecchiamento e del danno cellulare, sulla stimolazione del sistema immunitario e sulla riduzione di fattori di rischio, contrastando l’insorgenza di gravi patologie quali le malattie cardiovascolari, il cancro e l’osteoporosi. In questo contesto, una dieta bilanciata integrata con alimenti funzionali, volta allo sviluppo dello stato di benessere e alla riduzione del rischio di malattie, è ormai individuata, insieme a uno stile di vita corretto, come il fattore con maggiore incidenza sulla qualità della vita dell’uomo.

     

    L’arricchimento di elementi funzionali di alcuni alimenti, in armonia con la composizione naturale, rappresenta di fatto uno strumento per potenziare l’efficacia nutraceutica degli alimenti per una efficace prevenzione a partire dalla nostra tavola.

     

     

     

     

    MANGIMI FUNZIONALI PER IL BENESSERE DEGLI ANIMALI

     

    L’impiego di integratori nutrizionali nei mangimi animali è un settore con grosse potenzialità in quanto può rispondere a diverse esigenze sia dell’allevatore che del distributore e del consumatore finale.

     

    Nello specifico, qfarm può contribuire al:

     

    1. Miglioramento del benessere degli animali da allevamento aumentando le difese, riducendo lo stress associato all’allevamento e limitando l’impiego di farmaci a scopo profilattico, a supporto di un allevemaento antiobiotic-free e biologico.

     

    2. Aumento della la shelf-life degli alimenti preservando in maniera naturale gli alimenti e preservandone le caratteristiche nutrizionali

     

    3. Miglioramento del benessere del consumatore fornendo prodotti più densi in nutrienti e micronutrienti con una caratterizzazione funzionale per l’ottimizzazione della salute.

     

     

    ×
    fsdfsdf